Menu

zoom
Ernesto Sabato

Lo scrittore e i suoi fantasmi

Prezzo scontato: € 7,50
Prezzo di copertina: € 15,00
Data di pubblicazione: 2000
Pagine: 192
ISBN: 9788869166020
  • Description

Pubblicato in Argentina nel 1963 e poi apparso nella sua versione definitiva in Spagna nel 1979 (di cui questa rappresenta la prima traduzione in lingua italiana) Lo scrittore e i suoi fantasmi è un appassionato diario/zibaldone, che raccoglie riflessioni e analisi del grande scrittore argentino sul romanzo moderno e sui suoi protagonisti. Balzac, Robbe-Grillet, Tolstoij, Sarraute, Borges, Kafka, Baudelaire: sono alcuni dei compagni di questo affascinante viaggio all’interno della letteratura, alla ricerca di una risposta a quella che Sabato percepisce come la domanda primaria: come e perché si scrivono finzioni. Da qui si dipanano i pensieri dell’autore su questioni quali la morte del romanzo, la crisi e la purezza dell’arte, sull’impegno e la condizione dello scrittore. Vi si ritrovano tutti i tratti caratteristici del Sabato polemico e anticonformista, appassionato e coraggioso indagatore dell’esistenza che con amore e onestà parla di "letteratura come un contadino con le sue bestie".

 
 

Ernesto Sabato è nato a Rojas (Buenos Aires) nel 1911, figlio di immigrati italiani. Dopo aver conseguito il dottorato in fisica e seguito i corsi di filosofia all’Università de La Plata, lavorò sulle radiazioni atomiche presso il Laboratorio Curie che lasciò nel 1945 per dedicarsi esclusivamente alla letteratura. Ha scritto varie opere di saggistica sull’uomo e la crisi del nostro tempo e sulle motivazioni dell’attività letteraria, e i tre romanzi Il tunnel (1948, trad it 1967), Sopra eroi e tombe (1961, trad it 1964) e L’angelo dell’inferno (1973 trad. it 1977). Solo recentissimamente in Italia ha assunto — con la traduzione del suo libro di memorie Prima della fine (Ante del fin, del 1997) — il ruolo che gli spetta nella letteratura mondiale.

Please log in to write a review.